Come gestire la tua pagina del prodotto?

Richiedi una demo

Una delle chiavi per aumentare la conversione di un e-commerce è facilitare l’acquisto all’utente, renderlo comodo, semplice, naturale e rapido. E, per questo, è fondamentale che la pagina del prodotto non solo sia correttamente organizzata, ma anche che si presti attenzione costante a ciascuno dei suoi elementi fondamentali: il nome del prodotto, le immagini, il prezzo e lo stock.

Una pagina del prodotto di un e-commerce non è una pagina statica, che viene fatta una volta e mai più toccata. È una pagina che richiede una gestione molto attenta, per ottimizzare la conversione.

Quali sono i compiti più importanti che richiede la tua pagina del prodotto? Ti forniamo alcune chiavi per aiutarti con gli elementi che maggiormente influiscono sull’utente nel processo di acquisto:

1. Descrizione del prodotto. Quest’informazione è essenziale dato che, insieme all’immagine, sarà la prima cosa che l’utente vede. Il contenuto è quello che tutti conosciamo: il nome del prodotto, una descrizione basica, le sue caratteristiche. La cosa importante, oltre alla chiarezza di tutti i testi, è la gestione delle parole chiave che la descrizione deve contenere. Poche parole chiave non avranno influenza nei risultati di ricerca; al contrario, molte parole chiave possono fare in modo che la descrizione risulti complessa e poco naturale agli occhi dell’utente.

2. Immagini. L’informazione visiva è un altro dei fattori che ha grande influenza sull’acquisto, dunque le fotografie devono essere di alta qualitàpulite e con uno sfondo neutro. Per l’utente è imprescindibile che vi siano tutte le prospettive possibili dell’immagine del prodotto, soprattutto quando si tratta di capi di abbigliamento e accessori. Alcune decisioni da prendere in questo senso sono: produzione propria o immagini del fabbricante? Rappresentare solo il prodotto oppure optare per l’immagine del prodotto insieme all’utente in modo da creare anche un contesto? Una strategia per prendere questa decisione è fare il test A/B con diverse versioni della pagina e misurare la conversione di ciascuna di queste per prendere una decisione.

3. Prezzo. Nel contesto digitale, in cui la concorrenza è massima, il prezzo è un elemento molto importante e uno di quelli che richiede ampia gestione e tanto monitoraggio. Un e-commerce può definire diverse azioni in materia di prezzi, alcune dipendono direttamente dall’e-commerce e altre emergono dall’attività della concorrenza. Lo stesso e-commerce può gestire i prezzi e modificarli facendo offerte, sconti e promozioni, in funzione della gestione del suo stock, della stagione dell’anno e persino del giorno, come avviene per il Black Friday. L’altra questione che influisce sulla gestione del prezzo è la concorrenza e, per essere costantemente attenti a questo aspetto, la cosa ideale è monitorare i prodotti dei competitor con un software che aiuti a prendere delle decisioni. Un software di monitoraggio della concorrenza è fondamentale affinché l’e-commerce possa monitorare i prezzi della concorrenza in modo continuo e automatico.

4. Stock. Indicare le unità disponibili del prodotto è un fattore chiave per incentivare l’acquisto, oltre a offrire una dimostrazione di trasparenza da parte dell’e-commerce. Questo dato è uno dei più richiesti dagli utenti prima di fare una scelta d’acquisto. Tutti gli studi realizzati dimostrano che la sensazione di urgenza è una delle micce dell’acquisto. Per un negozio online è fondamentale prestare molta attenzione alla gestione del suo magazzino e del suo stock, mantenerlo aggiornato quotidianamente e assicurarsi che i suoi sistemi di informazione siano integrati e abbiano tutti i dati sincronizzati.


Angela de la Vieja
Content Manager
Richiedi una demo

Monitoraggio dei prezzi della concorrenza 24/7 per retailer e fabbricanti