3 usi del tuo software di pricing che non conoscevi: controllo dello stock, distributori e marketing

Prova una demo

Quando parliamo del controllo dei prezzi in uno shop online, siamo soliti fare riferimento all’idea dei prezzi dinamici, una strategia al rialzo sempre più implementata dagli e-commerce e che permette loro di riadattare i prezzi in modo ottimale, in funzione della situazione del mercato in quel preciso momento.

Per mettere in atto questo tipo di strategie, la tecnologia è un pilastro fondamentale; ed è grazie a essa che è possibile monitorare e automatizzare tutti i tipi di azione con un software di pricing. Queste soluzioni permettono di eseguire le azioni di pricing definite da ciascun e-commerce con molti vantaggi aggiuntivi, come il mantenimento dei margini di profitto; ma sono anche un punto di riferimento importante per lo sviluppo di attività riguardanti la strategia dei prezzi che accrescano le entrate del business.

Sul mercato esistono diversi tipi di software di pricing, fra cui si trovano quelli di monitoraggio dei prezzi della concorrenza o altri che offrono una gestione integrale del proprio business. Dunque, come nel caso di Minderest, è possibile trovare diverse opzioni che si adeguano alle proprie necessità affinché avere il controllo dell’e-commerce risulti semplice, chiaro e, soprattutto, utile.

In linea generale, attorno alla strategia di pricing ruotano altri tre fattori che hanno un rapporto diretto con le azioni effettuate: lo stock di prodotti, i canali di distribuzione e le attività di marketing. Tutte queste possono essere introdotte anche all’interno del proprio software di pricing; occorre solo sapere quali sono i migliori strumenti per noi e dove dobbiamo guardare per essere efficaci.

Il controllo dello stock

Una strategia dei prezzi corretta deve servirsi dello stock dello shop, per sapere quando e quanto valga la pena aggiustare il prezzo di un prodotto. Pertanto, uno strumento di pricing deve contemplare anche questo fattore come un dato aggiuntivo all’interno dell’analisi.

In e-commerce e shop dove il catalogo è molto ampio (si veda il caso di un supermercato, per esempio, o di un e-commerce che vende prodotti di consumo in molteplici versioni, come una profumeria o una drogheria), effettuare un controllo esaustivo delle unità disponibili è un compito abbastanza complicato.

Grazie a questa ‘sezione’ del software di pricing, diventa più che fattibile mantenere aggiornato il database dei prodotti e lo stock in magazzino. Allo stesso modo, sarà possibile fare previsioni aggiustate di entrate e profitti futuri, dopo i cambiamenti di prezzo eseguiti in funzione dell’accumulato che si ha per ciascun riferimento del nostro catalogo.

Controllare la distribuzione e i suoi prezzi

Una delle caratteristiche più progressiste del commercio online è che permette di incrociare in modo diretto gli interessi di diverse attività per ottenere un vantaggio comune. Questo per i marchi online è all’ordine del giorno e permette loro di generare una rete di distributori digitali, che possono vendere i loro prodotti in cambio di una commissione, un margine di guadagno o l’accordo che reputano più conveniente.

Grazie al tuo strumento di pricing, e anche in relazione al controllo dello stock, sarà possibile stimare quante unità vende ciascuno dei tuoi collaboratori, così come il numero di unità disponibili che gli restano. Anticipare i loro ordini futuri ti aiuterà a tenerti preparato con lo stock e a non fermare le vendite.

Ad ogni modo, la cosa veramente interessante qui è che con l’aiuto del tuo strumento di pricing puoi monitorare i prezzi ai quali i tuoi distributori stanno facendo uscire i tuoi prodotti e servizi. Questo è possibile mediante uno studio dei prezzi della concorrenza nell’uso (selezionando il tuo canale di distribuzione come oggetto dello studio) o mediante il controllo del’RPR online.

Misurare l’efficacia delle attività di marketing in ciascun momento

In molte occasioni, le attività di marketing che si mettono in atto in shop e attività hanno una relazione stretta con il pricing. Offerte, promozioni e altre azioni relazionate a un profitto extra (come un 2x1, per esempio) sono la chiave quando si tratta di fissare date specifiche nel calendario di un e-commerce.

Possiamo delineare tre fattori che interverranno nel successo delle tue campagne:

  • Le previsioni di vendita

  • Le date in cui si effettuano le campagne

  • I prezzi offerti

Come ti aiuta in questo caso lo strumento di pricing nelle tue attività di marketing? Come base centrale per l’acquisizione di dati. Il tuo software di pricing può offrirti la relazione dello stock già descritta, le date in cui si verificano cambiamenti di prezzo nel mercato, nella concorrenza, e quale reazione hanno avuto gli utenti, grazie al volume delle vendite.

A posteriori, questa stessa capacità di campionatura ti servirà per analizzare il successo delle attività che hai deciso di mettere in atto, compararle nel tempo e stabilire gli schemi necessari per ottimizzarle.

Come emerge, la tua soluzione di pricing può aiutarti ad acquisire una panoramica completa su diversi aspetti della tua attività. Scegli uno strumento di pricing potente e sfrutta tutte e ciascuna opportunità che ti offre.


Angela de la Vieja
Content Manager
Prova una demo

Un software leader nel monitoraggio dei prezzi della concorrenza 24/7 per distributori e produttori