L'ottimizzazione dei prezzi costituisce un fattore determinante nell’ambito dello sviluppo della strategia di pricing di qualsiasi venditore online. Nell'ambiente digitale, i prezzi vengono modificati a un ritmo vertiginoso alla ricerca del miglioramento del tasso di vendita, attraverso l'applicazione di prezzi competitivi, che, però, non penalizzino i margini di profitto dei retailer. Le tecniche di price optimization online richiedono informazioni approfondite sui prezzi della concorrenza, per costruire modelli di analisi che permettano di adottare le decisioni vincenti. E su questo fronte, i software di dynamic pricing sono, indiscutibilmente, i migliori alleati del tuo store online.


I 4 vantaggi della price optimization online

Attualmente, sono tre i fattori cruciali che caratterizzano il mondo della vendita online:

- Il vastissimo numero di venditori online, quali marketplace, ecommerce, reseller e, persino, comparatori, che agiscono da intermediari, riscuotendo commissioni sulle vendite finali.

- L’infinita quantità e varietà di prodotti accessibili a migliaia di milioni di utenti.

- La guerra ad oltranza ingaggiata per attrarre e catturare i visitatori e, finalmente, convertirli in acquirenti.

E il prezzo gioca un ruolo fondamentale nei confronti di tutti e tre gli elementi analizzati. Esattamente come nell’ambito di vendita tradizionale o offline, il prezzo rappresenta un fattore decisivo per il consumatore al momento di effettuare la scelta del prodotto da comprare e del venditore presso il quale acquistarlo. Ma la complessità da gestire aumenta - come no - quando il nostro terreno di battaglia è mondo digitale, che offre opzioni praticamente infinite.

Su questo fronte, proporre i prezzi più bassi potrebbe sembrare la carta vincente per ottenere il massimo volume di vendita. Tuttavia, non possiamo certo perdere di vista i requisiti minimi richiesti dai brand se vogliamo posizionare l’ecommerce in un’area redditizia.

Le strategie di ottimizzazione di prezzi, in sintesi, si basano essenzialmente su questo: offrire in ogni momento risultati ottimali in termini di redditività allo store online. Con questo approccio, le tecniche di price optimization permettono di identificare in maniera rapida e in ogni momento il prezzo ideale di vendita dei prodotti, per massimizzare il mix rappresentato da volumi di vendite e margini di guadagno.

Gli ecommerce manager conoscono bene l’importanza di questi interventi correttivi in un contesto mutevole, in cui piattaforme come Amazon possono modificare il prezzo dei loro prodotti anche sei volte in un solo giorno (con una media di quasi quattro volte al giorno per ogni prodotto). Quali ulteriori vantaggi concreti apporta il supporto di uno specialista nell’ottimizzazione di prezzi? Analizziamoli schematicamente:

- Ottenere sempre la maggiore redditività in ogni vendita realizzata.

- Incrementare le vendite di quei prodotti che, a causa del loro prezzo, non erano fra i più richiesti del catalogo.

- Migliorare il margine di guadagno dei prodotti con poca concorrenza sul mercato e buon posizionamento del marchio.

- Evitare la perdita di profitto riconducibile all'applicazione di prezzi non allineati o al calo delle vendite di articoli offerti in saldo dai competitor.


Retailer Dynamic Pricing

Interrelazione fra il dynamic pricing e l'ottimizzazione di prezzi

Le strategie di dynamic pricing si basano sulla modificazione dei prezzi, non appena si verifica un’alterazione delle condizioni del mercato. Queste azioni adattative, effettuate in funzione delle variazioni apportate dai competitor, mirano a ottenere, in ogni momento, il prezzo più competitivo per ogni prodotto e store.
 
In una prospettiva strategica, si può affermare che il dynamic pricing è una delle tecniche più potenti al servizio dell’ottimizzazione dei prezzi. Infatti, per assicurare un’efficace applicazione della strategia, è necessario che i prezzi di ogni prodotto rispondano a una logica adattativa, modificandosi ogni volta che le oscillazioni del mercato lo richiedono.
 
In genere, quando si parla di dynamic pricing, si allude anche alla price optimization, perché entrambe le implementazioni sono strettamente correlate. Entrambe sono, di fatto, necessarie per permettere agli store online di migliorare le opportunità di vendita nei confronti della concorrenza, ottenendo il massimo margine di guadagno possibile in ogni momento.
 
Nella logica del pricing, il circolo virtuoso si chiude con il monitoraggio dei prezzi dei competitor, l’anello mancante che apporta i dati necessari per mettere in atto le idonee azioni di modificazione dei prezzi.


Quali sono i fattori chiave per l’ottimizzazione dei prezzi?

Le azioni di dynamic pricing devono essere supportate da un processo decisionale ponderato. Una volta monitorate le variazioni di prezzo della concorrenza, è imprescindibile studiare i dati e individuare le variabili chiave che plasmeranno il modello di attuazione.

Sarà, quindi, necessario rilevare le date e le ore in cui avvengono le modifiche, per poterle, eventualmente, ricollegare a eventi concreti, ma anche la percentuale di variazione di prezzo o in che ordine i competitor l’hanno applicata, per individuare il leader e verificare, dati in mano, i miglioramenti in termini di vendita riconducibili alle azioni adattative intraprese.

Grazie a questi dati, ogni negozio online potrà parametrizzare le variazioni da apportare al proprio catalogo di prodotti. Gli strumenti di dynamic pricing permettono di portare a termine queste azioni in modo automatico e con la massima semplicità: basta indicare le regole da seguire e l'ordine di esecuzione.

Nel contesto delle strategie di dynamic pricing è, inoltre essenziale individuare la causa di fondo che innesca la variazione dei prezzi. Ovvero determinare se è ricollegabile a una data speciale, contraddistinta da campagne di sconti, all’aumento della domanda di prodotto in concreto o, piuttosto, a promozioni specifiche lanciate da un concorrente, per esempio, perché mette in campo una un'aggressiva strategia di prezzi per smaltire le scorte in eccesso.

Inoltre, è altrettanto importante sapere quando la strategia di dynamic pricing risponde unicamente alle necessità del proprio catalogo. Può verificarsi che il tuo ecommerce sia l'unico a vendere un prodotto specifico. In questi caso, se si confrontano i dati delle scorte del tuo catalogo con le rilevazioni sull’offerta e la domanda, è possibile modellare un adattamento del prezzo mirato a potenziare la vendita dei prodotti che garantiscono un margine maggiore. Se, invece, devi ritoccare il prezzo dei tuoi prodotti per lanciare la promozione di una marca, la variazione deve tener conto della tua strategia di prezzi dinamici, per proteggere la redditività dello store.

In concreto, al momento di affrontare l’ottimizzazione, il tuo ecommerce si può trovare in una di queste situazioni:

- Il tuo store offre i prezzi più economici per i prodotti ad elevata domanda.

- Ci sono competitor che offrono prezzi migliori per gli stessi prodotti forniti dal tuo ecommerce.

- I tuoi prezzi sono allineati a quelli della concorrenza, ma il tuo volume di vendita è minore.

In quest’ultimo caso, uno strumento di ottimizzazione di prezzi sarà il tuo migliore alleato, consentendoti di definire la soglia minima del prezzo dei tuoi prodotti, al fine di massimizzare le vendite. Inoltre, i software specializzati come quello di Minderest sono in grado di rilevare le voci che compongono il prezzo di vendita di tutti i prodotti dei competitor, apportando una nuova dimensione allo studio della strategia della competenza, applicabile anche a una revisione in chiave cost-saving delle proprie strutture di prezzo.


Come scegliere lo strumento migliore di dynamic pricing

I software di dynamic pricing implementano le tecnologie necessarie per l’automatizzazione di tutti i processi mirati all’ottimizzazione dei prezzi degli store online. Monitorano i prezzi dei concorrenti ed eseguono le azioni che gli ecommerce hanno predefinito, qualora si verifichino determinati scenari (per esempio, il raggiungimento di milestone o di parametri strategici).

Un efficace strumento di dynamic pricing permette all’utente (l'ecommerce) di elaborare la maggiore quantità di dati possibili, ma anche di eseguire il monitoraggio di tutte le variabili personalizzate necessarie.

Lo strumento di dynamic pricing di Minderest è in grado di catturare ed elaborare ingenti volumi di prezzi di numerosissimi concorrenti e di aggiornare in automatico tutti i prezzi dello store online, in base alle impostazioni predefinite. Ad oggi, è leader di mercato e prestigiosi ecommerce, quali Leroy Merlín, Decathlon o L’Oréal, si affidano ai suoi servizi.

Grazie alla tecnologia di Minderest, lo strumento di dynamic pricing consente di monitorare i competitor e di aggiornare i prezzi del tuo catalogo, tenendo conto di fattori quali:

- Prezzi minimi e massimi per ogni prodotto.

- Criteri di priorità preimpostati da applicare alle variabili in caso di coincidenza.

- Situazione delle scorte di ogni prodotto in catalogo o magazzino.

- Fasce orarie, in relazione alla domanda del prodotto in un preciso momento.

Inoltre, la soluzione di prezzi dinamici di Minderest ti offre tutti i report che ti interessano, con la frequenza che preferisci, per disporre sempre di dati precisi, in base ai quali adottare le migliori decisioni per la tua strategia di pricing e massimizzare in ogni momento i margini di guadagno.

Senza alcun dubbio, un software di dynamic pricing è imprescindibile per implementare una strategia di prezzi dinamici. Solo con l'aiuto di questo strumento tecnologico è possibile effettuare con successo l’aggiornamento dinamico dei prezzi, ogni volta che sia richiesto dall’evoluzione del contesto competitivo, per continuare a essere vincenti nel mondo dell’ecommerce.


Richiedi una demo

Monitoraggio dei prezzi della concorrenza 24/7 per retailer e fabbricanti