Nel mezzo della voragine degli acquisti e delle vendite online, il ruolo degli utenti come prescrittori del brand si è rafforzato a livello esponenziale. Un nuovo modo di comprare online si è imposto, grazie alla corrente opposta alla massificazione: l’individualizzazione dell’esperienza di acquisto e il consiglio tramite passaparola.

Il contenuto generato dagli utenti sull’e-commerce è già un pilastro fondamentale all’interno della strategia di acquisizione e fidelizzazione; ed è proprio da qui che si genera questa nuova formazione, che potremmo chiamare prescrittori privilegiati. Questi utenti sono già fedeli al marchio e creano delle tendenze all’interno dello shop, facendo sì che l’effetto di richiamo incontri molto più successo dopo la ‘semina’.

Il prescrittore privilegiato è la figura che incoraggia l’acquisto. È importante non confonderlo con gli influencer, che usano i marchi per mettere in atto campagne e azioni concrete, che siano di pricing o di qualsiasi altro genere pubblicitario. In questo caso, il prescrittore privilegiato funge da riferimento per la comunità, ma solo per il suo vincolo con lo shop o il marchio, e non per motivi esterni. La chiave è che lo stesso prescrittore si senta speciale per lo shop, da qui che in molte occasioni devono essere orchestrate delle azioni concrete con esso.

L’obiettivo è che con l’attività di questi prescrittori e la massa di utenti, presi individualmente, ciascuno di per sé, si crei una comunità all’interno dell’e-commerce sufficientemente matura da sostenere le vendite e attrarre nuovi clienti. Quali vantaggi implica questo nuovo paradigma?

  • Il mantenimento praticamente esclusivo della comunità da parte dei suoi stessi pilastri

  • La creazione di una forza di vendita parallela, che si muove fra gli stessi acquirenti

  • La generazione di una conoscenza del marchio che va oltre al pubblico target

Quali risorse possono essere utilizzate per mettere in risalto l’attività dei prescrittori?

Il grande potere dei prescrittori sull’e-commerce è quello di attrarre clienti potenziali, utilizzando esattamente i loro stessi strumenti e canali. In tutto ciò, il capo dell’orchestra è il contenuto.

Per dare voce e ampliare l’attività di questi prescrittori, possono essere utilizzate diverse risorse e diversi tipi di contenuto:

  • Contenuto introduttivo: presentazione di prodotti, seminari, riconoscimenti… Qualsiasi tipo di evento si possa utilizzare per sostenere i prescrittori amplificherà il messaggio, diffondendolo all’intera comunità.

  • Partecipazione a forum: spesso, i prescrittori privilegiati corrispondono ai profili molto attivi nei forum e sui portali online. Dare loro un rilievo speciale e riconoscere il loro impegno contribuirà senza dubbio a farli sentire ancora più vicini alla filosofia del marchio.

  • Social network: relazionare i profili dei prescrittori a quelli del marchio garantirà loro lo stesso ruolo di rilievo che in un forum. Segnalare i fan di spicco dell’e-commerce su ciascun social network, in funzione delle loro interazioni con il contenuto generato, è un buon modo per iniziare. Social network come Facebook permettono già di dare questo premio a quegli utenti che realizzano più attività a partire dal contenuto condiviso dalla pagina dello shop.

  • Recensioni e consigli: offrire una valutazione reale dei prodotti, dell’esperienza di acquisto e dell’attenzione al cliente, fa guadagnare molti più punti rispetto a una semplice nota positiva. L’onestà è un valore sempre più importante negli acquisti online, motivo per cui non si deve aver paura se i prescrittori privilegiati evidenziano anche degli aspetti da migliorare. Questo farà sì che la fiducia del resto della comunità nei confronti dell’e-commerce aumenti, chiarendo in anticipo quali aspettative riporre in ciascuna fase del ciclo di acquisto e permettendo inoltre al marchio di migliorare nei punti critici.


Richiedi una demo

Monitoraggio dei prezzi della concorrenza 24/7 per retailer e fabbricanti