Cos’è una strategia BOGO e come attuarla nel tuo e-commerce

Prova una demo

Avrai senz’altro sentito parlare in qualche occasione delle famose strategie BOGO. ‘Buy One, Get One’ è l’offerta per la quale un utente riceve un prodotto gratis acquistandone uno di valore uguale o superiore. Questa è una delle promozioni di prezzo più allettanti per i consumatori di un e-commerce e, pertanto, ricade fra quelle che devono essere assolutamente presenti nel programma d’azione di qualsiasi shop online che desideri migliorare i suoi tassi di conversione.

Quali vantaggi offre una strategia BOGO al tuo e-commerce

Come abbiamo già fatto presente, una strategia BOGO si caratterizza per offrire all’utente un prodotto in modo del tutto gratuito per l’acquisto di un primo articolo. Questo a priori, conta sul fattore più allettante per il consumatore, ovvero l’elemento regalo. Di fatto, al contrario di quanto possano pensare molti, la maggior parte dei consumatori percepisce come opzione migliore un’offerta per la quale può ottenere un prodotto in regalo, anche se questo è di minor valore, rispetto a una per cui può avere uno sconto significativo su un prodotto di qualità alta.

Ovviamente, questo si ripercuote in modo diretto sull’incremento delle vendite dirette sul tuo shop online, dato che l’affluenza di pubblico al tuo e-commerce si vedrà aumentata per l’effetto di richiamo. Ma, a livello di dettaglio, presuppone un vantaggio intrinseco nei seguenti due punti:

  1. Aumento del valore dello scontrino medio.
  2. Uscita della merce presente in magazzino.

Bogo per incrementare il valore del tuo scontrino medio

Con l’uso di una strategia BOGO con una limitazione dei costi, potrai regolare il valore dello scontrino medio del tuo e-commerce incoraggiando un acquisto di importo maggiore per ottenere il prodotto gratis, in pratica è come fare upselling. Questo approccio va fatto in modo che il prodotto non sia gratis solo se si raggiunge un determinato valore nel carrello. Dovrai dunque offrire delle opzioni direttamente al tuo cliente potenziale e permettergli di comprare l’uno o l’altro prodotto in funzione del suo valore e del valore del regalo.

Un esempio di questo tipo di strategie BOGO adattate è quello che viene spesso messo in atto in profumerie e negozi di cosmetica. In molti casi, per l’acquisto di un profumo di alto valore, il cliente può ricevere un prodotto di make-up di costo inferiore, che già di per sé sono solitamente più economici. In funzione del prezzo di uscita del profumo, l’omaggio potrà essere persino di maggior valore.

Liberare il magazzino dai prodotti

In molte occasioni, l’accumulo di merce in magazzino può presupporre un danno per l’e-commerce, tanto per i costi di manutenzione quanto per la temporalità del prodotto; in supermercati online e drogherie, potrebbe persino presupporre un problema per le condizioni di conservazione e utilizzo dei prodotti. Grazie a una strategia BOGO, si può far uscire un maggior numero di unità di determinati prodotti selezionati dall’e-commerce.

Inoltre, questo tipo di strategia può aiutarti a liberarti di quei prodotti che passano inosservati nel tuo e-commerce e che ti rendi conto che, in fin dei conti, non risultano così allettanti per i clienti.

In questo senso, quando si tratta di mettere in atto la tua strategia BOGO, è di vitale importanza confrontare e riflettere sui prodotti offerti per concentrare l’attenzione su quelli che sono di maggiore interesse per la tua attività. Questo sì, non lasciarti trasportare dal desiderio di ripulire il magazzino e valuta quali prodotti potrebbero essere davvero allettanti e invitanti per i tuoi potenziali acquirenti.

Come definire una strategia BOGO?

Una volta compresa l’importanza di includere le strategie BOGO nelle azioni che l’e-commerce deve mettere in atto, è necessario definire la tabella di marcia secondo la quale la implementeremo. In essa, devono essere contemplati i seguenti elementi:

  • Durabilità dell’azione. Durabilità e non durata, perché questa dipenderà direttamente dallo stock di prodotto che giace in magazzino. È necessario che si calcolino le uscite per stabilire per quanto tempo si può sostenere e che alternative si proporranno a posteriori agli utenti.
  • Pianificazione dello stock disponibile. In base ai dati raccolti dal magazzino, sarà necessario stabilire in che modo verrà organizzato lo stock per gestire spedizioni e burocrazia da un punto di vista operativo.
  • Catalogo dell’offerta. In funzione delle priorità di ciascun e-commerce, è necessario stabilire questo catalogo promozionale, che specificherà se la strategia sarà regalare un prodotto uguale a quello acquistato o di quale valore. Secondo la proiezione di profitti e costo dei prodotti, sarà necessario relazionarli per decidere come integrarli.
  • Comunicazione delle offerte. Non serve a niente attuare un’azione BOGO se non se ne mette al corrente il pubblico. Segmenta la platea in tanti micro-pubblici quanti ne necessiti per comunicare a ciascuno le offerte più idonee al proprio profilo; questo già ti aiuterà a ottenere un tasso di efficacia molto maggiore. E, a questo punto, non dimenticarti di incorporare l’azione nella tua strategia dei prezzi multicanale per stabilire diverse opzioni di entrata, acquisizione e fidelizzazione futura degli utenti, mediante una strategia BOGO.

Come hai potuto notare, i vantaggi derivanti dal mettere in atto una strategia BOGO sono molti e, con i tempi che corrono, è più che efficace per mettere in ordine tutto lo stock accumulato in una maniera molto più semplice e diretta. Cosa aspetti allora a implementarla anche nel tuo e-commerce?


strategia BOGO.
Angela de la Vieja
Content Manager
Prova una demo

Un software leader nel monitoraggio dei prezzi della concorrenza 24/7 per distributori e produttori