Vantaggi di una strategia di prezzi variabili

Richiedi una demo

Il prezzo deve essere un fattore dinamico. Le variazioni nei prezzi dei prodotti e servizi di un e-commerce favoriscono l’ottimizzazione delle vendite. Questo è il principio base di una strategia di prezzi variabili, che cerca di regolare i prezzi secondo le esigenze del mercato e dei consumatori per aumentare i profitti dell’azienda. Da Minderest ti spieghiamo i suoi vantaggi e cosa devi tenere in considerazione per metterla in pratica.

Nell’implementazione di una strategia di prezzi variabili di solito si studiano fattori come la domanda, i prezzi della concorrenza, la regione o la stagionalità per, in base a essi, rivedere e modificare i prezzi degli articoli in maniera periodica. Nuovi modelli di pricing propongono che si tenga in considerazione anche altri elementi che dipendono maggiormente dai consumatori, come il comportamento degli utenti, la sensazione di urgenza e/o convivenza generata o l’efficacia delle campagne di acquisizione. Questi fattori possono altresì contribuire al successo di una campagna di prezzi variabili.

Potrai per esempio aumentare i prezzi di un prodotto o servizio senza che ne risenta la domanda se pubblicizzi che sarà disponibile solo per un tempo limitato, creando così una sensazione di urgenza che velocizza la decisione finale di acquisto e aumenta il valore che i potenziali clienti sono disposti a pagare. L’obiettivo finale è vendere il prodotto al cliente nel momento giusto al miglior prezzo.


Cosa apportano le strategie di prezzi variabili agli e-commerce?

Il loro principale beneficio, come abbiamo visto, è l'ottimizzazione delle vendite tramite l’impiego di prezzi attraenti secondo il momento e il contesto. A questo si aggiunge che permettono di ridurre il rischio di perdite regolandosi secondo le variazioni dell’offerta e domanda. Inoltre, partendo dalla risposta degli utenti alle variazioni nei prezzi, si può calcolare l’elasticità della domanda e anticipare quelli che saranno i loro comportamenti in futuri scenari.

D’altra parte, tramite una strategia di prezzi variabili, le aziende possono ottenere un miglior posizionamento rispetto alla concorrenza, offrendo prezzi più attraenti e adattandosi in maniera rapida alle variazioni dei prezzi che realizzano i competitor stessi.

Il principale svantaggio è che, se le modifiche nei prezzi non seguono un obiettivo e una strategia chiara, e gli utenti percepiscono gli arbitrari aumenti e ribassi, si possa danneggiare l’immagine del brand dell’e-commerce. Questo può generare un sentimento di sfiducia negli utenti, che cercheranno altri marchi con cui sentirsi più sicuri.

Come attivare una strategia di prezzi variabili

Come attivare una strategia di prezzi variabili

  • Segmenta il tuo database e analizza il volume della tua domanda.
  • Analizza le tendenze del mercato e l’impatto della stagionalità della domanda.
  • Stabilisci un minimo e un massimo dei prezzi in base al valore di ogni prodotto o servizio.
  • Monitora i prezzi della concorrenza per adattarti a essi.
  • Considera la possibilità di mettere in atto una campagna di marketing associata a questi nuovi prezzi.
  • Valuta attentamente i risultati ottenuti per ottimizzare poco a poco la strategia e ottenere maggiori profitti.

Come ultimo consiglio, puoi farti aiutare da uno strumento automatizzato di dynamic pricing con cui accelerare il processo decisionale. I software attuali valutano l’offerta e la domanda, così come lo storico dei prezzi dello stesso e-commerce per raccomandare i prezzi ottimali per ogni articolo. Inoltre, la loro capacità di auto-apprendimento gli permette di essere sempre più precisi nello stabilire i prezzi secondo le esigenze del mercato.

Maria Jose Guerrero
Content Manager
Richiedi una demo

Un software leader nel monitoraggio dei prezzi della concorrenza 24/7 per distributori e produttori