Price Matching, cos’è?

Richiedi una demo

Il price match o price matching è una strategia di cambiamento dei prezzi a seconda delle richieste dei consumatori. Consiste nell’uguagliare il prezzo di un prodotto o realizzare un rimborso della differenza al consumatore che afferma di aver trovato il prodotto a un prezzo inferiore in un’altra azienda. Le attività che applicavano questa politica attiravano l’attenzione dei consumatori con affermazioni quali “Se lo trovi a meno, ti restituiamo la differenza”. In un contesto altamente dinamico come quello attuale e con la possibilità per i compratori di effettuare un confronto dei prezzi nel momento dell’acquisto, è necessario contare su uno strumento di monitoraggio dei prezzi per garantire sempre il prezzo più basso ed essere l’opzione scelta dai consumatori.

Tipi di price matching 

Il price match è una strategia diretta al consumatore finale per captare la sua attenzione giocando con la sua sensibilità al prezzo. Tradizionalmente, furono i grandi distributori anglosassoni a mettere in atto questo genere di pratiche che, in molte occasioni, abbiamo conosciuto mediante i loro film. Supermercati e ipermercati come Target, Walmart, Best Buy e Tesco continuano con questa politica dei prezzi tanto negli shop fisici quanto nei loro e-commerce.

Oltre a captare il potenziale cliente, queste azioni rendevano più semplice alle imprese il compito di realizzare il monitoraggio della concorrenza e, in questo modo, conoscere i suoi prezzi mediante gli stessi consumatori. Attualmente, si realizzano due tipi di price matching:

  • ​Prevendita: ll negozio realizza una politica dei prezzi nella quale si impegna a uguagliare o migliorare il prezzo di uno dei suoi prodotti prima della vendita, sempre che il cliente dimostri di averlo trovato più economico con un’altra impresa.
  • Postvendita: Questa è l’opzione più utilizzata. Una volta realizzato l’acquisto, il negozio restituirà al cliente la differenza se quest’ultimo trova un’offerta minore e può dimostrarlo. Questa pratica è solita essere limitata a un periodo di tempo che compreso fra le 48h e i 15 giorni. 

Queste azioni sono nate sul piano fisico, ma si sono trasformate in una tattica multicanale e hanno acquisito maggiore rilevanza con la crescita del commercio online


Chi realizza strategie di price matching

  • eBay è uno dei principali pure player che garantisce il prezzo minimo. Invita i suoi compratori a informarlo se dopo l’acquisto di un prodotto lo trovano a prezzo inferiore presso un altro competitor nelle 48 ore successive. In questo caso, rimborserà loro il 110% della differenza. 
  • Amazon ha smesso di impiegare questa formula nel 2016 quando rilevò che erano nate varie start-up che avevano fondato la loro attività sul gestire questo tipo di reclami. Tuttavia, Amazon continua a impiegare una politica dei prezzi bassi, sebbene senza contare sulla “collaborazione” degli utenti.
  • Target, uno dei giganti statunitensi della distribuzione, continua a realizzare questa pratica tanto nel proprio canale fisico quanto in quello online. Offre il rimborso della differenza se gli utenti possono dimostrare di aver trovato il prodotto al ribasso nei 14 giorni successivi all’acquisto. 

Rischi di realizzare una strategia di price matching 

In questa dinamica, le informazioni su cui basare i movimenti di prezzo dipendono integralmente dai consumatori e dalle loro richieste di applicazione dell’offerta. Occorre domandarsi quante volte le attività sbagliano a causa della mancata conoscenza degli abbassamenti di prezzo della loro concorrenza e, dunque, di una reazione a essi? Probabilmente molti di questi clienti terminano per realizzare il loro acquisto presso un'altra attività che garantisca sempre il prezzo più basso.

Nell’attualità, questo tipo di strategie ha perso efficacia a causa della facilità che l’utente ha di raccogliere informazioni e comparare prezzi prima di effettuare l’acquisto. Se ciò che cerchi è essere sempre il più economico, è più efficace usare una strategia dei prezzi bassi mantenendo il margine di profitto. Questo compito richiede una soluzione di monitoraggio o persino una funzione di repricing o dynamic pricing con la quale automatizzare i cambiamenti di prezzo. Noi di Minderest contiamo su uno dei migliori strumenti del mercato; se vuoi sapere come possiamo aiutarti per ottenere il massimo rendimento dalla tua strategia dei prezzi, prenota una demo.

Rischi di realizzare una strategia di price matching
Richiedi una demo

Un software leader nel monitoraggio dei prezzi della concorrenza 24/7 per distributori e produttori