Le landing page sono una delle risorse più utilizzate da e-commerce e marketplace, per indirizzare gli utenti verso la vendita diretta del prodotto. Grazie a queste, è possibile realizzare delle azioni di vendita da diversi canali, come la stessa pagina web, i social network o la rete di affiliati all’interno dell’e-commerce.

Una landing page è caratterizzata dalla semplicità e dal contatto diretto con il prodotto o servizio offerto all’utente, che permettono di soddisfare nello specifico le aspettative di un potenziale cliente. Tuttavia, queste non sempre funzionano come si desidera, dando talvolta tassi di conversione più bassi di quelli attesi. Come si può ottimizzare una landing page per e-commerce?

Inizia dalla struttura della landing page

Raramente una landing page permette all’utente di navigare o fare un qualche tipo di azione diversa da ciò che l’ha portato fin lì: il suo interesse per un prodotto concreto. Ed è per questo che la presentazione di questa pagina acquisisce un tale rilievo. Come sapere se la struttura delle landing page dell’e-commerce si adatta a ciò che si aspetta il cliente? Mediante un test A/B.

Realizzare dei test con diversi formati permette di trarre conclusioni chiare su ciò che risulta più attraente. In alcune occasioni, la landing page migliore è quella che presenta una scheda prodotto, ravvivata dalle risorse che permettono di mettere in risalto i fattori chiave dell’acquisto. In altre, tuttavia, se si tratta di vendita di servizi, un semplice modulo permetterà all’utente di ottenere in modo quasi immediato la soluzione di cui ha bisogno.

Se si desidera fare un altro passo avanti, possiamo unirci alla corrente del first look, che scommette sull’ottimizzare nel modo più pratico ed efficace ciò che l’utente trova una volta approdato alla nostra pagina, senza la necessità di scorrere col cursore. Questo ci permetterà di condensare e organizzare l’informazione e gli elementi necessari, nel modo più comodo per il nostro potenziale cliente. Contare sul supporto di un web designer esperto può essere di grande aiuto per adattare a questo stile la landing page dell’e-commerce e garantire una user experience eccellente.

Pensa al messaggio che desideri trasmettere

Allo stesso modo della distribuzione e presentazione degli elementi nella pagina, il messaggio che si trasmette sulla landing page gioca un ruolo fondamentale per incrementare la conversione. Vi sono dunque alcuni aspetti da tenere in conto.

Il primo è la quantità di testo da mostrare; in linea generale, quanto più stringato e conciso, tanto meglio. Tuttavia, questo dipenderà dal tipo di prodotto al quale fa riferimento. Quando parliamo di tecnologia, ad esempio di uno smartphone, è evidente quanto una semplice lista, con le sue principali caratteristiche, risulti più che sufficiente. In questo caso, a predominare sono di fatto l’immagine e il prezzo. Al contrario, se stiamo parlando della contrattazione di un’assicurazione di viaggio, è più che probabile che siano un promemoria con le coperture incluse e un testo motivazionale a colpire il cliente.

Inoltre, è fondamentale riflettere sul modo in cui si mostrerà il testo del messaggio. Per esempio, quando si tratta di presentare i prezzi sulla landing page, occorre tenere in conto la corrente dei prezzi psicologici che ha già preso piede negli e-commerce. Test tipografici, dimensioni, tipi di listini, caricamenti di testo, pulsanti CTA… Per trovare la formula perfetta, la cosa ideale è che lo stesso test A/B che si fa sulla struttura, includa anche queste sfumature.

Ottimizza le vie di accesso alla landing page del tuo e-commerce

E qui parliamo tanto dei canali mediante i quali si può accedere alla landing page, quanto dei diversi dispositivi utilizzati per visitarla.

Da una parte, è imprescindibile che l’e-commerce si assicuri che gli utenti che approdano alla sua landing page abbiano dimostrato di essere interessati a conoscere i suoi servizi o prodotti. Alla fine dei conti, questa deve culminare nell’azione principale per la quale si è arrivati fino a essa. Per farlo, sarà necessario consultare:

  • Da dov’è collegata la pagina.

  • Qual è il messaggio dell’elemento che la collega (pulsante CTA o testo del link).

D’altra parte, le versioni mobile, responsive e adattate a qualsiasi tipo di schermo devono già essere un membro caratterizzante l’e-commerce e le sue landing page. Non serve a niente creare una struttura e dei messaggi straordinari se quando si accede alla pagina da un cellulare, si scompiglia tutto. In questo contesto, è importante tenere in conto qual è il tempo di caricamento della pagina, affinché sia ottimale, non esasperi l’utente, né consumi le risorse a sua disposizione, come i giga sulla sua linea mobile.

Ottimizzare una landing page consiste nel fare dei test per verificare qual è l’opzione migliore per soddisfare le aspettative degli utenti. Quanto più risulta simile a ciò che si aspettano di trovare, maggiori sono le possibilità che, prima o poi, un potenziale cliente finisca per portare a termine la sua decisione di acquisto.


Richiedi una demo

Monitoraggio dei prezzi della concorrenza 24/7 per retailer e fabbricanti