Cos’è il bracketing e come tenere sotto controllo i costi dei resi

Richiedi una demo

Il bracketing è l’abitudine di molti consumatori di comprare molteplici prodotti uguali o simili con l’intenzione di tenerne solo uno e restituire gli altri. Questo accade soprattutto con i casalinghi e i capi di abbigliamento, di cui si compra solitamente più di una taglia o più di un colore per provare a casa ciò che torna meglio. Anche se per gli utenti questa pratica è un vantaggio, perché possono comprare con più libertà, il bracketing può portare a perdite per gli e-commerce, che solitamente si assumono completamente i costi dei resi. Da Minderest ti spieghiamo le sue conseguenze affinché tu possa tenerne conto quando devi progettare una strategia dei prezzi vantaggiosa per la tua azienda.

Attualmente, il problema principale a cui devono far fronte gli e-commerce è che i clienti si sono abituati al fatto che la maggior parte dei negozi online permettono il reso gratuito degli articoli, il che incentiva il bracketing. Di fatto, questa è una delle condizioni che gli utenti controllano prima di prendere la decisione di acquisto finale. Per questo è importante trovare l’equilibrio tra il costo che comporta ai venditori l’assunzione di tutti i resi e la soddisfazione dei clienti.


Conseguenze del bracketing per gli e-commerce

Il reso dei prodotti a un e-commerce non genera solo costi associati alla logistica, ma si traduce anche in costi aggiuntivi derivati dalla reintegrazione dello stock e il nuovo imballaggio e impacchettamento degli articoli, tra le altre cose. A sua volta, questa logistica inversa ha un maggior impatto sull’ambiente e richiede un maggior investimento di risorse di materiali e personale.

In alcuni casi addirittura lo stock in eccesso può finire nella spazzatura se il suo ricollocamento porta più danni che profitti. Uno spreco di materie prime che si ripercuote ancora una volta sullo sviluppo sostenibile del pianeta a favore del quale molte aziende stanno già prendendo posizione.

Braketing

Alternative per evitare o compensare gli effetti del bracketing nel tuo e-commerce

Con l’obiettivo di evitare le possibili perdite provocate da un aumento dei resi online, molti e-commerce stanno adottando diverse misure. C’è chi opta per non offrire rimborsi agli utenti, ma buoni regalo con cui comprare di nuovo nel negozio in un periodo di tempo limitato. D’altra parte, per il costo che può supporre la logistica del reso, alcuni brand stanno usando l’intelligenza artificiale per valutare se ha senso farlo o meno. In alcuni casi può essere più vantaggioso restituire il denaro al cliente lasciando che si tenga l’articolo per evitare nuove spese di spedizione.

I brand della moda più innovativi si stanno lanciando sull'implementazione di camerini virtuali con la realtà aumentata affinché gli utenti verifichino come torneranno i capi e possano selezionare la taglia più giusta. Sulla stessa linea, si stanno progettando guide alle taglie più veritiere con l’aiuto dell’intelligenza artificiale e del machine learning. La sua importanza risiede nel fatto che i consumatori ritengono che uno dei principali motivi per cui realizzano tanti resi è la difficoltà di trovare le taglie corrette online.

Tecnologia a parte, anche la tua strategia di pricing può aiutarti a compensare gli effetti del bracketing. Secondo la percentuale di prodotti resi, puoi modificare e adattare i tuoi prezzi per coprire queste spese ed evitare di subire perdite. Per fare ciò è essenziale poter contare su strumenti di monitoraggio dei prezzi della concorrenza con cui identificare i prezzi più competitivi e le spese di spedizione applicate da altre aziende del settore. In questo modo potrai offrire prezzi secondo l’offerta e la domanda, ma impostati sulle tue esigenze.

Chiedi qui una demo.

Angela de la Vieja
Content Manager
Richiedi una demo

Un software leader nel monitoraggio dei prezzi della concorrenza 24/7 per distributori e produttori