Classifica i tuoi prodotti per aumentare i tuoi profitti

Richiedi una demo

La classificazione dei prodotti del catalogo di un e-commerce è essenziale affinché la strategia dei prezzi prevista abbia successo. Non basta classificarli in categorie per il pubblico, ma, a livello interno, puoi creare gruppi di articoli secondo la loro domanda e la percezione del loro prezzo. In questo modo la classificazione dei prodotti permette di avere una visione generale della redditività di ogni articolo grazie alla quale puoi adattare la tua strategia di pricing. Qui di seguito ti spieghiamo i tre gruppi che puoi creare nel tuo catalogo per potenziare l’ottimizzazione delle vendite.


Crea 3 gruppi di prodotti nel tuo e-commerce 

1.- Key Value Items (KVI): prodotti essenziali che condizionano la percezione dei tuoi prezzi

I Key Value Items sono i prodotti essenziali che generano un maggior interesse negli utenti e che hanno maggior capacità di attirarli al negozio online. La chiave per riuscirci si trova nei loro prezzi, valori che vengono percepiti come giusti e anche invitanti coincidendo con ciò che i consumatori si aspettano. Detto in altre parole, devono essere prezzi bassi. Sono inclusi in questo gruppo prodotti ben conosciuti dalle diverse buyer persona, che vengono comprati spesso e la cui domanda è molto alta. Anche se non sono gli articoli più redditizi o possono anche generare perdite, fungono da richiamo molto efficace per far arrivare traffico al sito e ottenere un maggior tasso di conversione.

Quando devi valutare quali sono i tuoi Key Value Items è importante chiedersi quale sia la  richiesta di ogni prodotto e quanti competitor devi affrontare. A questo proposito, gli articoli più esclusivi o con un minor livello di concorrenza attireranno un maggior numero di consumatori al sito web.

2.- Volume drivers: prodotti essenziali che aumentano il valore del carrello di acquisto

In questo gruppo andranno quei prodotti che i clienti hanno più voglia di comprare una volta che entrano nell’e-commerce, gli articoli che aumentano il valore del carrello di acquisto e lo scontrino medio di ogni utente. I Volume Drivers hanno una rendita maggiore dei KVI ma continuano ad avere prezzi competitivi in linea con la realtà di mercato. Il loro principale obiettivo è recuperare parte dei costi di acquisizione dei clienti, visto che, in questi casi, gli utenti sono meno sensibili ai prezzi.

Classifica i tuoi prodotti

3.- Profit Generators: prodotti non essenziali con alta redditività

Considerati come fattori di profitto, i Profit Generator sono i prodotti che portano un maggior guadagno a brand e retailer. Anche se il loro volume di vendite è più basso, i loro prezzi permettono un incremento nei profitti dell’e-commerce. Di solito sono prodotti più esclusivi o difficili da trovare, come per esempio varietà rare nel caso della frutta o verdura in un supermercato online. Per l’azienda, i Profit Generators costituiscono il secondo tipo di prodotti più importanti dopo i Key Value Items.

Una volta realizzata la classificazione dei prodotti, puoi definire quali sono le tue categorie principali, quelle che generano maggior traffico al sito e hanno un maggior numero di KVI. Inoltre, vista l’attuale alta competitività del mercato online, caratterizzato da utenti che verificano e comparano continuamente i prezzi e usano anche strumenti per cercare offerte, è importante anche analizzare il catalogo della tua concorrenza. Questo ti permetterà di avere informazioni aggiornate su prezzi, scorte, brand, categorie o descrizioni, tra le altre cose. Dati preziosi per identificare nuove opportunità di guadagno e acquisire una posizione competitiva. 

Angela de la Vieja
Content Manager
Richiedi una demo

Un software leader nel monitoraggio dei prezzi della concorrenza 24/7 per distributori e produttori