Brand Trust: che cos’è e come diventare un marchio di fiducia

Richiedi una demo

Il termine brand trust fa riferimento alla fiducia che i clienti depositano in un marchio, l’opinione favorevole che gli utenti hanno di un e-commerce. Ingloba tanto la fiducia nella qualità dei prodotti, quanto la soddisfazione rispetto all’esperienza di acquisto completa, da quando si accede al sito web fino a quando si ricevono i prodotti presso il proprio domicilio nei tempi e alle condizioni stabilite. Sebbene costruire un rapporto di fiducia con i clienti sia un processo difficile, arrivare a farlo è uno dei principali indicatori di crescita e successo di un e-commerce. Ti spieghiamo come diventare un marchio di fiducia e come allineare la tua strategia di brand trust rispetto ai tuoi obiettivi e alla tua politica di pricing.


Passaggi per costruire un marchio di fiducia

In generale, dobbiamo cercare di creare la migliore esperienza di acquisto per i clienti, in modo che ciascuna interazione con essi apporti valore al marchio. Puoi mettere in atto le seguenti tattiche: 

1.- Definisci i valori del tuo e-commerce 

Le imprese che generano una fiducia maggiore negli utenti sono quelle che contano su una visione e determinati valori con cui essere d’accordo. Davanti all’intensa competitività del settore online, dotare la tua identità di marchio di valori, come il rispetto per l’ambiente o la vendita di prodotti locali, può essere un fattore chiave per accelerare la decisione finale di acquisto. 

Questi valori non solo devono essere messi sul tuo sito web, ma puoi anche incorporarli nel tuo piano di comunicazione e marketing, per esempio mediante dei post sui social network o su un blog. Così, la combinazione di un’immagine di marchio solido, costruita su dei valori chiave con le tecniche dell’inbound marketing, ti permetterà di rafforzare il tuo brand trust

2.- Fomenta la trasparenza con i tuoi clienti

Gli e-commerce con delle informazioni ambigue e che occultano dati agli utenti contano su un tasso di carrelli abbandonati maggiore e una reputazione peggiore. La stessa cosa accade con le imprese che cercano di manipolare i clienti o di spingerli a credere a informazioni non del tutto certe. Il nuovo consumatore del 2021 non accetta questa mancanza di onestà. Sa di avere a disposizione centinaia di opzioni fra la concorrenza, alle quali può ricorrere se un marchio non lo convince. 

Per questo, il modo migliore di costruire una relazione di fiducia è mettere a disposizione degli utenti tutte le informazioni su ciascuno dei prodotti o servizi in vendita: le loro caratteristiche, i loro prezzi e le condizioni di vendita, spedizione e reso. Includi se si sono verificate variazioni nel prezzo, come nel caso di un’offerta, affinché il consumatore possa avere un’immagine completa del valore di un determinato articolo. 

D’altra parte, è anche importante ridurre lo spazio fra le aspettative e la realtà. In questo senso, devi cercare di mostrare i tuoi prodotti per come sono affinché gli acquirenti non si sentano ingannati quando li ricevono presso le loro abitazioni. Un’esperienza di acquisto negativa che si è soliti relazionare con marchi di bassa qualità.

brand tlover

3.- Dimostra preoccupazione per le necessità dei consumatori

Gli utenti attuali cercano di creare una relazione bidirezionale con l’e-commerce, una relazione nella quale anche loro vengano ascoltati e le loro opinioni siano tenute in considerazione. Mediante il marketing interattivo puoi tanto raccogliere le necessità e idee di miglioramento degli utenti, quanto dare delle risposte ai loro dubbi e problemi. La loro pubblicazione all’aperto dimostrerà a tutti i follower, fidelizzati o no, che ti preoccupi per il tuo pubblico e che non sono solo un indirizzo e-mail nel tuo database. Tutto questo senza dimenticare l’importanza di implementare un canale di attenzione al cliente efficace. 

Seguendo questi passaggi, potrai migliorare il tuo brand trust e, con questo, ottenere un’ottimizzazione del processo di vendita migliore e una fidelizzazione dei clienti maggiore. Questi vantaggi si ripercuotono in modo diretto sulle vendite e i profitti dell’e-commerce. Se hai dei dubbi, puoi cominciare realizzando un monitoraggio della tua concorrenza, del suo catalogo e delle azioni messe in atto per la captazione e fidelizzazione. I loro successi ed errori possono aiutarti a migliorare il processo decisionale.

Richiedi una demo

Un software leader nel monitoraggio dei prezzi della concorrenza 24/7 per distributori e produttori